Feeds:
Articoli

Posts Tagged ‘milano’

Avete tempo fino al 9 giugno!

Ecco la prima cosa che mi sento di dirvi in questo post. Di cosa parliamo? Della mostra del fotografo Jeff Wall, dal titolo Actuality, presso il PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano. Una scoperta interessante, tempo ben speso, spunti e riflessioni che maturano lentamente, alcune delle quali voglio condividere con voi.

Il gusto e la capacità di leggere le immagini sono molto personali, certo, e dirvi se vi piacerà la mostra è difficile, ma credo che la produzione di Wall sia in grado di avvicinare tutti al mondo dell’arte, del cinema e della fotografia naturalmente.

jeff wall photograpy

Mimic, 1982

Le sue foto sono semplici, quasi didascaliche: date ascolto ai vostri pensieri, quelli immediati che nascono al primo impatto e quelli che poi vi affollano la mente mentre continuate ad osservare. E’ lì la risposta alle sue foto!
Una delle prime foto che vedrete sarà Young man mat with rain: un ragazzo è completamente bagnato, ma tutto intorno a lui è asciutto. Com’è possibile? La foto non vi svelerà il segreto, ma state certi che la vostra domanda andrà nella direzione giusta. L’artista vi porta in modo molto naturale a quello che vuole farvi vedere.

Si possono individuare richiami ai pittori dell’Ottocento, geometrie care agli artisti astratti del primo Novecento e ancora richiami al cinema della Nuova Hollywood degli anni Settanta. Molti tagli cinematografici nelle immagini, dunque, soprattutto molta messinscena, perfettamente architettata da Jeff Wall, curata nei dettagli, di immediata lettura ma al tempo stesso piuttosto straniante.

Actuality è il modo per rispolverare ed esercitare la comprensione di quello che vediamo in un’immagine che pur nella sua apparente casualità, ha un lavoro e uno studio molto lungo dietro.

Siete curiosi? Non perdetevela allora e fatemi sapere cosa ne pensate!

Annunci

Read Full Post »

workshop giftlab

giftlab

Natale si avvicina amici e noi siamo pronti per stupire le persone a cui vogliamo bene??? Ci vorrebbe un delizioso regalo impacchettato con stile e qualche idea davvero originale… che ne dite di fare un po’ di pratica insieme?

Vi aspetto al mio Workshop Gift Lab – A lezione di pacchetti

Venerdì 14 Dicembre, via Moscova 27, Milano

Tutte le info qui sotto nel volantino

Ricordatevi che bisogna prenotarsi scrivendo a giftlab@ymail.com

Enjoy!!!

giftlab_a lezione di pacchetti_yuriko

workshop

christmas workshop

a lezione di pacchetti

Read Full Post »

Se è vero che online puoi comprare tutto, quale acquisto migliore di un’esperienza???
Il mondo del retail, selezionato secondo le tendenze emergenti, raccontato con cura di dettagli, da vivere in prima persona, coccolati e accompagnati in giro per la città di Milano… tutto a portata di un clic.

duvetica piumini

Parlo del  Mirt – Milano Retail Tour che propone percorsi urbani esperienziali nel mondo del retail.

Un format non convenzionale rivolto ai professionisti del retail e da oggi a tutti i curiosi, gli appassionati che vogliono tenersi aggiornati sulle tendenze del retailing contemporaneo e guardare Milano da un punto di vista inedito.
Milano Retail Tour (MiRT) lancia tre nuovi percorsi urbani a tema, ciascuno dedicato ad esplorare un trend che si sta affermando con particolare incisività nel panorama milanese.

Super Green – Spazi intrinsecamente legati ad una visione del mondo ad “impatto 0”, in cui l’imperativo della sostenibilità è pervasivo e diventa un modo intelligente di coniugare etica ed estetica.
Art For Sale – Spazi in bilico tra negozio e galleria d’arte. Palcoscenici in cui mettere in scena le merci, innalzate allo status di opere d’arte, che ospitano operazioni di mecenatismo avantgarde e sperimentazioni formali le più varie, all’insegna di un effetto sorpresa dall’impatto forte e persistente.
Classic Reloaded – Spazi commerciali che fanno leva sul concetto di heritage, ovvero il patrimonio valoriale associato ad un brand di eccellenza, ma rinnovato attraverso i linguaggi della contemporaneità e delle nuove tecnologie.

I Trend Tour sono disponibili in tre taglie: small, medium e large e offrono l’occasione unica di scoprire luoghi di aggregazione particolarmente innovativi. “Portiamo le persone in quei negozi, concept store, gallerie, bar, ristoranti che sono espressione di un cambiamento che avanza e ragionare insieme sul loro significato”, commenta Elena Marinoni, Consumer and Mindstyles Trendwatching Director MiRT.
All’osservazione sul campo si combina l’analisi in aula, grazie all’intervento di formatori, esperti di trendwatching e analisti di tendenze.

dada

milano retail tour

Non sai mai dove si celano le idee, soprattutto se non sai dove cercare. Conoscere lo spazio del retail, la sua natura e la sua evoluzione. Io l’ho testato di persona: con un kit assemblato ad hoc, sono entrata nei panni dell’etnografo, curiosa e pronta a prendere appunti.
E’ così che ho fatto colazione da Verger mentre scoprivo la sua vocazione multipla: una boutique con un bar in uno spazio mutevole condito da cucina familiare.
Sperimentato l’acquisto del futuro da Duvetica, tra piumini high-tech e totem interattivi.
Mi sono immersa insieme ai miei “compagni di viaggio” nel mondo di Nautilus, una palestra dal carattere nostalgico, dove la parola chiave è riservatezza. In pieno centro a Milano!!!
Passando per Dada Meeting Point, dove origini, colori e sapori differenti sono mescolati ad arte.
Per concludere il percorso da HUB Milano, l’ambiente ideale dove poter lavorare ad un nuovo progetto insieme ai vostri partner. E dove l’avventura si è conclusa in un’atmosfera conviviale e ricca di spunti.

E voi, siete pronti a fare gli etnografi per un giorno???

verger

hub milano

 http://www.facebook.com/milanoretailtour?ref=ts&fref=ts

http://www.milanoretailtour.com/

http://shop.milanoretailtour.com/

Read Full Post »

Photo inspiration

pioggia home photo

photo : Giovanna Rotundo

Non importa cosa si guarda ma come si guarda

Non importa dove sei ma se sei al posto giusto nel momento giusto

Rain Drops

Read Full Post »

Stupore e meraviglia si celano sempre dietro l’inaspettato. E quando non immagini di immergerti in un’atmosfera surreale, è allora che rimani incantato!

Costruire mondi è uno dei mestieri più affascinanti, presuppone passione, amore e ricerca del bello. E soprattutto la voglia di sorprendere gli altri, sorprendendo anche un po’ sé stessi. Cercando l’armonia in ogni singolo oggetto, attraverso una selezione accurata, si può creare una storia nella quale far sentire gli altri coccolati e viziati.

fuorisalone milano foto giovanna rotundo

ariano irpino avellino milano evento

Può una foto raccontare un universo di idee?
E’ quello che provo a fare con i miei scatti: raccontarvi quello che mi colpisce per cura e gusto nelle scelte.

In questi giorni sono andati in scena a IL10 Milano (concept luxury room) due eventi dal concept molto diverso, accomunati dall’originalità e dall’eleganza: Argento Luxury Living e Yatch & Indoor.
I due eventi sono nati dall’incontro speciale tra Odilia Prisco, personalità frizzante, nota arredatrice d’interni di Hotel cinque stelle e yacht di lusso, ed aziende votate alla ricerca e all’eccellenza.

milano luxury bag

porta venezia milano espadrillas

(altro…)

Read Full Post »

Milleprì – Yuriko gioielli

Ovvero mi rifaccio ad una domanda lanciata ieri da Cécile sul suo blog L’armadio del delitto: “gli uomini sono bravi in grossi gioielli?”

milano gioielli - anello in argento e perla giapponese

milano

Beh, posso dire che dietro questo anello ci sono due persone (uomini!): un amico, Alessandro, che per Yuriko ha scovato l’artista Chiharu e la sua collezione Milleprì (ispirata alla mutevolezza della natura) e Paolo, il più grande osservatore che io conosca, il cavaliere che nei negozi mi invidiano perchè mi dedica tempo e pazienza!

Viva i grossi gioielli, viva i regali!!!

ph: Giovanna Rotundo

Read Full Post »

Quello che ci può capitare in un atelier è trovare l’abito dei nostri sogni e sentirci, come la signora Harris, pronti a spendere una follia pur di averlo.
Quello che, invece, ci può capitare nel temporary atelier di Venette Waste è scoprire che l’abito perfetto non solo è glamour, ma è made in Italy a prezzo equo, pensato per le nostre forme.

Venette è una stilista-fumetto, sempre accompagnata dal suo falco Horus (leggete la storia del loro incontro), esuberante nel suo aspetto, che vive sul web, ma incarna una nuova idea di moda, volta a dare valore allo spreco.
Dietro un personaggio frutto dell’immaginazione c’è un team di lavoro che porta avanti da due anni una filosofia: ripensare la moda in termini di sostenibilità, puntando sul recupero di tessuti di qualità, giacenti  in grosse quantità nei magazzini delle aziende tessili italiane.
Un progetto dal carattere contemporaneo, perché nasce dall’idea che cambiare il corso delle cose è necessario e possibile.

milano

Venette parte dal suo blog dove, oltre a presentare i suoi modelli, promuove uno stile di vita all’insegna del rispetto ecologico ed economico; passando per i social network,  grazie ai quali riesce a trovare continui spunti e a diffondere la bellezza; arriva al suo pubblico grazie alle Waste Angels, esperte di moda e di stile che, attraverso un sistema di e-commerce, sono le personal shopper della Waste Couture.

Col tempo ho imparato a capire che gli acquisti migliori sono quelli di alta qualità, che durano nel tempo e resistono alle mode, ma Venette Waste va oltre, puntando sulla longevità del prodotto: infatti l’abito che “nasce dallo spreco”, una volta smesso, può essere restituito e ridisegnato.
Al temporary atelier, provando un vestito di Venette Waste, ho scoperto che anche il cartellino, unico elemento di quel capo prodotto ex-novo, è pensato per avere più di una vita.
Tornando a casa ho portato con me 10 volantini ACTION per 10 consumatori consapevoli tutti in carta riciclata, che conserverò e regalerò agli amici, senza mai buttarli via!

milano

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: